Croazia: completa libera circolazione delle persone

Berna, 03.12.2021 - Come già comunicato a fine ottobre, dal 1° gennaio 2022 i lavoratori croati beneficeranno della completa libera circolazione. Ciò è possibile in virtù della pertinente revisione parziale dell'ordinanza sulla libera circolazione delle persone, adottata dal Consiglio federale nella seduta del 3 dicembre 2021.

Il Protocollo III relativo all'Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC) con l'Unione europea prevede un'apertura a tappe dell'accesso dei lavoratori e fornitori di servizi dalla Croazia al mercato del lavoro svizzero.

Il Consiglio federale aveva fatto uso della possibilità, prevista dal Protocollo a partire dalla sua entrata in vigore il 1° gennaio 2017, di mantenere per i cittadini croati restrizioni come permessi contingentati o un controllo precedente delle condizioni di retribuzione e di lavoro.

Il 1° ottobre 2021 il Consiglio federale ha deciso di introdurre, il 1° gennaio 2022, la libera circolazione senza restrizioni per la Croazia. L'Unione europea ne è stata informata nel corso della seduta del Comitato misto Svizzera-UE del 22 ottobre 2021. In tal modo i lavoratori croati sono equiparati ai cittadini degli altri Stati membri dell'UE/AELS. Nella seduta del 3 dicembre 2021, il Consiglio federale ha quindi adottato le necessarie modifiche della pertinente ordinanza.

Se l'immigrazione di lavoratori croati dovesse superare un determinato valore soglia, la Svizzera potrebbe far valere una clausola di protezione e limitare nuovamente il numero di permessi per queste persone dal 1 gennaio 2023 fino al massimo alla fine del 2026.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione e comunicazione SEM, medien@sem.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Segreteria di Stato della migrazione
https://www.sem.admin.ch/sem/it/home.html

Ultima modifica 10.06.2024

Inizio pagina

button-nsb-abo

Abbonarsi ai comunicati

Sul portale del Governo svizzero potete abbonarvi ai comunicati stampa della SEM.

https://www.rhf.admin.ch/content/sem/it/home/sem/medien/mm.msg-id-86240.html